Istituto per la storia del Risorgimento italiano

Museo Centrale del Risorgimento di Roma

Memorie

    • memorie57.jpg
    Memorie 57
    STEFANO ORAZI
    I am italian I am hungry. Il problema del lungo esodo nella Rivista di emigrazione (1908 - 1917)
    2015
    pp.469
    Tra il 1908 e il 1917 la "Rivista di emigrazione" si dedicò ad analizzare il problema dell'emigrazione italiana essenzialmente dal punto di vista economico e giuridico. Caratteristica principale della testata fu l'apertura a voci e a interpretazioni diverse che dette vita a un vero e proprio dibattito che coinvolse sia i redattori che i collaboratori, non di rado fautori di concezioni opposte. Pluralità di voci, di interessi, di sensibilità, laiche e cattoliche, chiamate ad affrontare nelle pagine della rivista: la povertà insostenibile degli emigranti, la mancanza di assistenza legale, l'emergenza sociale e morale delle donne e dei bambini espatriati, il problema dell'istruzione di base e la ricerca di modi e mezzi di diffusione della cultura italiana all'estero. In tale contesto la "Rivista di emigrazione" mette in evidenza un'Italia più problematica e meno trionfalistica di quanto non apparisse nella vulgata contemporanea e, comunque, certamente più rispondente alla sua reale evoluzione storica.
    • memorie56.jpg
    Memorie 56
    DANIELE NATILI
    Un programma coloniale. La società Geografica Italiana e le origini dell'espansione in Etiopia (1867-1884)
    2008
    pp.238
    Affrontando il problema delle origini del colonialismo italiano a partire dagli organismi elitari che se ne fecero promotori, il volume ricostruisce il ruolo svolto dalla Società Geografica italiana, tra la fine degli anni Sessanta e la metà degli anni Ottanta dell'Ottocento, nel tentativo di coinvolgere il governo e l'opinione pubblica nella realizzazione di un programma d'espansione, in una fase, quella post-unitaria, in cui la classe dirigente - impegnata a presentare il nuovo Regno come elemento di stabilità e di conservazione dello status quo internazionale - tendeva a congelare la questione coloniale. Fondata a Firenze nel 1867, nello ambito di quel dibattito sull'espansione coloniale suscitato dal taglio dell'istmo di Suez, da subito - dalle iniziative esplorative nel Mar Rosso, in Tunisia ed in Marocco, fino alla spedizione in Africa orientale con l'obiettivo di aprire diplomaticamente al commercio italiano i mercati abissini- essa orientò la propria attività verso la ricerca di una regione in Africa, dove l'Italia potesse iniziare ad esercitare la propria influenza politica ed economica. Ripercorrendo i programmi e le iniziative della Società, mettendone in evidenza i motivi ispiratori, gli obiettivi ma anche i limiti, soprattutto nel mancato rapporto con il ceto imprenditoriale e commerciale, il libro getta nuova luce su questo primo periodo della storia coloniale italiana.
    • memorie55.jpg
    Memorie 55
    ALESSANDRO MINIERO
    Da Versailles al Milite Ignoto.Rituali e retoriche della Vittoria in Europa (1919-1921)
    2008
    pp.270
    Il volume analizza e descrive i rituali e le retoriche con cui le nazioni vincitrici celebrarono la Vittoria alla fine della Grande Guerra, dalle grandi parate alla costruzione di monumenti che tenessero vivo il ricordo del conflitto. Nel giro di pochi mesi il culto dei caduti assunse grande importanza: tra il 1920 e il 1921 in tutti i paesi vittoriosi fu istituita una solennità nazionale in ricordo dei soldati morti in guerra e la cerimonia della sepoltura del Milite Ignoto portò quel culto a livello più alto. La stampa seguì da vicino questi fenomeni ed elaborò retoriche e stereotipi, sia per celebrare la gloria delle armate, sia per commemorare il sacrificio delle famiglie. Utilizzando le cronache dei giornali e delle riviste più importanti del periodo e le testimonianze di vari osservatori, l'autore presenta un quadro analitico delle diverse scelte operate dai governi e delle reazioni delle popolazioni, soffermandosi, in particolare, sulle esperienze francese, inglese e italiana. Attraverso un tessuto di citazioni, cucite insieme con notevole efficacia, si offre al lettore la ricostruzione di un momento significativo della storia europea, nelle sue implicazioni politiche, sociali e di costume.
    • memorie54.jpg
    Memorie 54
    ANTONIO D'ALESSANDRI
    Il pensiero e l'opera di Dora d'Istria fra Oriente europeo e Italia
    2007
    pp.334
    Il volume offre la ricostruzione critica della biografia e del pensiero di Dora d' Istria (1828-1888), nom de plume della principessa Elena Ghica Koltzoff-Massalsky. Scrittrice, storica, studiosa della questione femminile, sostenitrice dei movimenti nazionali delle popolazioni del Sud-est europeo, Dora d'Istria è stata una personalità di rilievo nell'Europa del XIX secolo ma quasi completamente ignorata dai posteri. Nella sua opera, ispirata da un sentire laico e moderno, si ritrovano tematiche quali il rapporto fra i valori cristiani e il progresso dell' umanità, i problemi connessi alla rinascita nazionale delle popolazioni dell' Oriente europeo, la questione del miglioramento delle condizioni morali e materiali delle donne. Sulla base di una documentazione in gran parte inedita e di un' analisi sistematica degli scritti dell'autrice, il volume restituisce questa poliedrica figura di intellettuale alla storiografia e mette in luce il ruolo avuto da Dora d' Istria nel panorama culturale dell' Europa della seconda metà dell' Ottocento, evidenziandone sopratutto la funzione di trait-d'union tra Oriente e Occidente. Nel volume sono anche ricostruite gran parte delle relazioni della studiosa con importanti esponenti della cultura e della politica come, ad esempio, Giorgio Asproni, Angelo De Gubernatis, Giuseppe Garibaldi, Edgar Quinet, Lorenzo Valerio. Personalità di respiro europeo, Dora d'Istria appartiene a quell'infinito mondo di personaggi storici apparentemente di secondo piano, ma che invece sono fondamentali per una più precisa e completa ricostruzioni del passato.
    • memorie53.jpg
    Memorie 53
    ELENA PAPADIA
    Nel nome della Nazione. L'Associazione Nazionalista Italiana in età giolittiana
    2006
    pp.240
    Nel 1910 nasceva a Firenze l' Associazione Nazionalista Italiana che in un breve volger d'anni acquisì un volto specificatamente antidemocratico e antiliberale, seguendo le inclinazioni ideologiche del suo padre spirituale Enrico Corradini.Su questo sfondo il libro ricostruisce alcuni degli aspetti meno esplorati della fisionomia e della concreta attività politica dell'ANI. Alla caratterizzazione giovanile ( e giovanilistica ), che fece degli studenti il vero motore - ideologico e propagandistico - del movimento nazionalista, e all'invenzione, da destra, di nuove forme di militanza e di mobilitazione politica, si affiancarono la persistenza di tratti elitari ed ottocenteschi e un contatto quasi simbiotico con l'associazionismo di stampo liberal - moderato. L' ANI si configurò così come il momento di passaggio da una vecchia destra liberal-notabiliare, messa in crisi dalla massificazione della politica, a una nuova destra populistica e antiliberale: una formazione politica, insomma, in cui gli stimoli alla modernizzazione si scontrarono e si combinarono con le resistenze a volte tenaci del modello tradizionale. L'analisi della partecipazione nazionalista alle elezioni del 1913, alla << mobilitazione borghese >> in occasione della settimana rossa, alla campagna per l'intervento nel maggio del 1915, consente di gettare uno sguardo ravvicinato anche alle articolazioni periferiche dell' ANI e di misurare il suo punto di massima radicalizzazione, là dove la distanza tra partito d'ordine e forza eversiva si contrasse drammaticamente.
    • memorie52.jpg
    Memorie 52
    GIOVANNI PILLININI
    Il giornalismo politico a Venezia nel 1848-49
    2005
    pp.120
    Durante la lotta contro l'Austria nel 1848-1849 circolarono a Venezia, escludendo bollettini e notiziari, circa 75 giornali, fra quotidiani, periodici, fogli a uscita occasionale e numeri unici. Si trattò di un giornalismo a carattere politico, di opinione piuttosto che di informazione, che documenta in modo significativo il confronto di idee e di posizioni. Ci furono fogli moderati ed estremisti, repubblicani e monarchici, conservatori e progressisti, che coinvolsero diciassette tipografie e più di quaranta giornalisti, tra redattori, direttori e compilatori. Pur tra difficoltà di diffusione e incertezze di linguaggio il giornalismo politico veneziano dal 1848-1849 esercitò una notevole influenza sul morale dei cittadini, alimentandone lo slancio patriottico e la volontà di resistenza. L'ampia analisi della vita e delle caratteristiche delle diverse testate compiuta dall'autore è accompagnata da una Appendice di articoli e da un prezioso Elenco dei giornali veneziani di carattere politico del 1848-1849.
    • memorie51.jpg
    Memorie 51
    ANTONIO SCORNAJENGHI
    La Sinistra Mancata - Dal gruppo zanardelliano al Partito Democratico Costituzionale Italian(1903-1913)
    2004
    pp.406
    Il tema dei << liberali alla ricerca di un partito >> in età giolittiana è di importanza centrale nell'analisi storiografica delle vicende politiche italiane. Il volume narra la storia del maggior tentativo di organizzazione operato, all'interno della sinistra liberale, dagli ex zanardelliani. Nel 1913 essi daranno vita al Partito Democratico Costituzionale Italiano, il primo partito politico costituitosi all'interno del liberalismo italiano. Sulla base di una documentazione in gran parte inedita, il volume illustra le complesse e a tratti tormentate vicende che hanno caratterizzato il gruppo di matrice zanardelliana dopo la morte del leader bresciano. Bene si rileva come i liberali messi di fronte al dilemma << libertà di azione/costrizioni organizzative >> abbiano sempre salvaguardato la prima, pregiudicando così una organizzazione partitica più salda nel Parlamento e nel paese.
    • memorie50.jpg
    Memorie 50
    CARLO M. FIORENTINO
    Un esule polacco in Italia. Wladislaw Sas Kulczycki (1831.1895)
    2003
    pp.354
    Il libro racconta l'appassionante storia del conte Wladyslaw Kulczycki, esule polacco nell' Italia dell' Ottocento, e dei suoi rapporti, anche conflittuali, con i papi Pio IX e Leone XII e con uomini politici come Emiliano Visconti Venosta e Cesare Correnti. L'attento utilizzo di documenti e carteggi, in gran parte inediti, consente di presentare sotto nuova luce l'intensa attività pubblicistica e diplomatica del Kulczycki, tutta diretta alla propaganda in favore della libertà e della riunificazione della Polonia e al consolidamento dell'amicizia tra la Polonia cattolica e l'Italia liberale. Il volume illustra l'atteggiamento della classe politica italiana ed europea di fronte alla crisi polacca, attraverso il racconto di una vicenda umana che per lunghi tratti coincide con le complesse e contraddittorie relazioni politiche, diplomatiche e culturali tra Italia e Polonia.
    • memorie49.jpg
    Memorie 49
    GIANNI MARONGIU
    La politica fiscale nella crisi di fine secolo (1896-1901)
    2002
    pp.425
    • memorie48.jpg
    Memorie 48
    PAOLA CARLUCCI
    Il giovane Sonnino fra cultura e politica 1847 - 1888
    2002
    pp.318
    • memorie47.jpg
    Memorie 47
    IRENE PIAZZONI
    Spettacolo, istituzioni e società nell'Italia postunitaria (1860-1882)
    2001
    pp.412
    • memorie46.jpg
    Memorie 46
    ADRIANO ROCCUCCI
    Roma capitale del nazionalismo (1908-1923)
    2001
    pp.577
    • memorie45.jpg
    Memorie 45
    SALVO MASTELLONE
    La democrazia etica di Mazzini (1837-1847)
    2000
    pp.X-187
    • memorie44.jpg
    Memorie 44
    ANDREA CIAMPANI
    Cattolici e liberali durante la trasformazione dei partiti
    2000
    pp.500
    • memorie43.jpg
    Memorie 43
    SERGIO LA SALVIA
    La rivoluzione e i partiti. Il movimento democratico nella crisi dell'unità nazionale. Vol. I.
    1999
    pp.X-443
    • memorie42.jpg
    Memorie 42
    FRANCESCO GUIDA
    Michelangelo Pinto. Un letterato e patriota romano tra Italia e Russia
    1998
    pp.XVII-210
    • memorie41.jpg
    Memorie 41
    CARLO M. FIORENTINO
    Chiesa e Stato a Roma negli anni della Destra storica (1870-1876).Il trasferimento della capitale e la soppressione delle Corporazioni religiose
    1996
    pp.637
    • memoria40.jpg
    Memorie 40
    MIRELLA LA MOTTA
    Rassegna storica del Risorgimento. Indici per autori e per soggetti 1964 - 1993
    1995
    pp.VIII-427
    • memorie39.jpg
    Memorie 39
    MARINA FORMICA
    La città e la rivoluzione. Roma 1798-1799
    1994
    pp.VIII-524
    • memorie38.jpg
    Memorie 38
    ETTORE PASSERIN d' ENTRÈVES
    La formazione dello Stato unitario
    1993
    pp.XXXI-380
    • Memorie37.jpg
    Memorie 37
    ETTORE PASSERIN d' ENTRÈVES
    Religione e politica nell' Ottocento europeo
    1993
    pp.XXV-348
    • memorie36.jpg
    Memorie 36
    ANGELO TAMBORRA
    Josef Václav Frič e l'Italia
    1993
    pp.227
    • memorie35.jpg
    Memorie 35
    In memoria di Alberto M. Ghisalberti
    1987
    pp.194
    • memorie34.jpg
    Memorie 34
    ANGELO TAMBORRA
    Ljudevit Vuličević tra Slavia e Italia
    1986
    pp.169
    • memorie33.jpg
    Memorie 33
    MARZIANO BRIGNOLI
    I Lombardi nella Sinistra storica (da carteggi inediti di Agostino Depretis, Benedetto Cairoli, Cesare Correnti)
    1985
    pp.265
    • Memorie32.jpg
    Memorie 32
    ANNA MARIA ISASTIA
    Roma nel 1859
    1978
    pp.325.
    • memorie31.jpg
    Memorie 31
    Studi in memoria di Nino Cortese
    1976
    pp.IX-668
    • memorie30.jpg
    Memorie 30
    AMEDEO MOSCATI
    I Ministri del Regno d'Italia (1889-1896). Vol.I
    1976
    pp.XXII-446
    • memorie29.jpg
    Memorie 29
    GIUSEPPE PIGNATELLI
    Aspetti della propaganda cattolica a Roma da Pio VI a Leone XII
    1974
    pp.367
    • memorie28.jpg
    Memorie 28
    ROMANO UGOLINI
    Cavour e Napoleone III nell'Italia centrale.Il sacrificio di Perugia
    1973
    pp.VII-427
    • memorie27.jpg
    Memorie 27
    BIANCA MONTALE
    Dall’assolutismo settecentesco alle libertà costituzionali. E. Pes di Villamarina (1777-1852)
    1973
    pp.323
    • memorie26.jpg
    Memorie 26
    FIORELLA BARTOCCINI
    La “Roma dei Romani”
    1971
    pp.XII-553
    • memorie25.jpg
    Memorie 25
    ENNIO DI NOLFO
    Europa e Italia nel 1855-1856
    1967
    pp.543
    • memorie24.jpg
    Memorie 24
    ANGELO TAMBORRA
    Imbro I. Tkalac e l'Italia
    1966
    pp.357
    • Memorie23.jpg
    Memorie 23
    RAFFAELE COLAPIETRA
    La formazione diplomatica di Leone XII
    1966
    pp.231
    • memorie22.jpg
    Memorie 22
    NARCISO NADA
    Roberto d'Azeglio (1790-1846).Vol. I
    1965
    pp.279
    • Memorie 21
      EMILIA MORELLI
      L’Inghilterra di Mazzini
      1965
      pp.231
      Esaurito
      • memorie 20.jpg
      Memorie 20
      SALVATORE CANDIDO
      Giuseppe Garibaldi corsaro riograndense (1837-1838)
      1964
      pp.XI-248
      • memorie19.jpg
      Memorie 19
      In memoria di Walter Maturi
      1962
      pp.159
      • Memorie 18
        Atti del XXXI Congresso (Mantova 1952).
        1956
        pp.XXXVIII-352
        Esaurito
        • memorie17.jpg
        Memorie 17
        Atti del XXII Congresso (Firenze 1953): La circolazione delle idee e l'emigrazione politica italiana del Risorgimento
        1954
        pp.535.
        • Memorie 16
          LUIGI BULFERETTI
          Orientamenti della Politica Estera Sabauda dal 1814 al 1819
          1942
          pp.177
          Esaurito
          • Memorie 15
            GIOVANNI FERRETTI
            Luigi Amedeo Melegari a Losanna.
            1941
            pp.367.
            Esaurito
            • Memorie 14
              Atti del XXIV Congresso (Venezia 1936). Gli Stati italiani e l’Europa
              1941
              pp.C-515.
              Esaurito
              • memorie13.jpg
              Memorie 13
              Atti del XXIII Congresso (Bologna 1935)
              1940
              pp.LXXXIX-438
              • Memorie 12
                RENZO SERTOLI SALIS
                Le isole italiane dell’Egeo dall’occupazione alla sovranità
                1939
                pp.371.
                Esaurito
                • Memorie 11
                  ADOLFO COLOMBO
                  La vita di Santorre di Santarosa: 1737-1807. Vol. I.
                  1938
                  pp.287
                  Esaurito
                  • Memorie 10
                    FRANCO VALSECCHI
                    La mediazione europea e la definizione dell’aggressore alla vigilia della guerra del 1859
                    1938
                    pp.159
                    Esaurito
                    • Memorie 9
                      CARLO ALBERTO BIGGINI
                      Il pensiero politico di Pellegrino Rossi di fronte ai problemi del Risorgimento italiano
                      1937
                      pp.XIII-217
                      Esaurito
                      • Memorie 8
                        EUGENIO PASSAMONTI
                        Dall’eccidio di Beilul alla questione di Raheita
                        1937
                        pp.145
                        Esaurito
                        • Memorie 7
                          ADOLFO COLOMBO
                          Gli albori del Regno di Vittorio Emanuele II, secondo nuovi documenti
                          1937
                          pp.105
                          Esaurito
                          • Memorie 6
                            VITTORIO CIAN
                            Vincenzo Gioberti e l’on. abate Giovanni Napoleone Monti. Da lettere inedite
                            1936
                            pp.131
                            Esaurito
                            • memorie5.jpg
                            Memorie 5
                            Miscellanea Venezia (1848 - 1849)
                            1935
                            pp.177
                            In esaurimento
                            • Memorie 4
                              ANGELO PICCIOLI
                              La pace di Ouchy
                              1935
                              pp.118
                              Esaurito
                              • memorie3.jpg
                              Memorie 3
                              Il Risorgimento nell'opera di Giosuè Carducci
                              1935
                              pp.VIII-269
                              In esaurimento.
                              • Memorie 2
                                FRANCESCO DE STEFANO
                                I Fardella di Torre Arsa.Storia di tre patriotti.
                                1935
                                pp.222
                                Esaurito
                                • Memorie 1
                                  VITTORIO CIAN
                                  Gli alfierani-foscoliani piemontesi ed il romanticismo lombardo-piemontese del primo Risorgimento
                                  1934
                                  pp.95
                                  Esaurito
                                Mariah Carey Nude Photos Sexy nude shots of an American singer and producer Mariah Carey from Instagram. fappening - TheFappening leaked photos Rita Ora In fact, we let our Australian customers buy Viagra online twenty for seven and can even offer overnight delivery if you are in a hurry to get your sex life restarted