L’occhio del nemico. Fotografie austro-ungariche della Grande Guerra

A cura di Marco Pizzo
Anno: 2008Pagine: pp. 141
L'occhio del nemico.Fotografie austro-ungariche della Grande Guerra

L’occhio del nemico Das Auge des Feinds The Eye of Enemy – Fotografie austro-ungariche della grande guerra, (12 dicembre 2007- 6 giugno 2008) a cura di Giuseppe Talamo e Marco Pizzo, pp. 141.

La mostra inaugurata al Museo Centrale del Risorgimento ha come tema le fotografie realizzate dai reparti specializzati dell’esercito austro-ungarico e vuole dimostrare come anche la fotografia di guerra possa essere un fatto artistico. All’interno del catalogo sono presenti i seguenti contributi: la “Grande Guerra”, Giuseppe Talamo; L’occhio del nemico Fotografie austro-ungariche della Grande Guerra, Marco Pizzo, tradotti in lingua tedesca e inglese.

Il nucleo di fotografie che compongono il Catalogo fa parte di un fondo organico della sezione iconografica del Museo Centrale del Risorgimento, è databile tra il 1917 e il 1918 e sembra appartenere alla documentazione recuperata dall’esercito italiano nelle postazioni nemiche.