L’istituto

L’Istituto, che è uno dei cinque Istituti storici nazionali, si occupa della promozione degli studi sul Risorgimento e sul “lungo Ottocento”, dall’età delle rivoluzioni alla Prima guerra mondiale.

L’Istituto svolge i seguenti compiti:
  1. la promozione e il progresso degli studi sul Risorgimento e sul Lungo Ottocento dall’età delle rivoluzioni alla prima guerra mondiale, attraverso la raccolta, la conservazione e la messa a disposizione a fini di studio e ricerca di documenti, pubblicazioni e cimeli.
  2. la cura di edizioni di fonti, di memorie e di studi specialistici anche mediante specifiche azioni di sostegno;
  3. l’organizzazione di congressi scientifici;
  4. l’adozione di iniziative volte a diffondere i risultati di tali studi presso la società civile ed in particolare verso coloro i quali hanno responsabilità d’insegnamento.
L’Istituto svolge la sua opera avvalendosi dell’attività della sede centrale e dei Comitati territoriali, di cui all’articolo 16, coincidenti con una o più Province o con Città metropolitane. In particolare, l’ISRI promuove:
  1. la pubblicazione della rivista “Rassegna storica del Risorgimento” e di una collezione editoriale scientifica;
  2. l’attività scientifica e di ricerca del Museo Centrale del Risorgimento in Roma, al Vittoriano e la costituzione, il coordinamento e la sorveglianza dei Musei locali del Risorgimento secondo il disposto del regio decreto 20 luglio 1934, n. 1226, convertito in legge con la legge 20 dicembre 1934, n. 2124;
  3. l’azione di persuasione verso i privati per una migliore conservazione del materiale documentario in loro possesso, per ottenere il libero accesso ed utilizzo agli studiosi e, ove sia possibile, la cessione a enti pubblici in modo da evitarne la dispersione e renderne più agevole la ricerca;
  4. lezioni, conferenze, concorsi, esposizioni, convegni di studiosi e partecipazione a manifestazioni culturali e celebrazioni indette da altri enti;
  5. la cura della formazione e dell’aggiornamento degli insegnanti di storia nelle scuole secondarie, secondo modalità da concordare in apposite convenzioni stipulate tra l’ISRI e il Ministero dell’istruzione e il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo;
  6. lo svolgimento, in convenzione con università e con centri di ricerca, di attività di formazione per il conseguimento del dottorato di ricerca, nonché attività di formazione e di ricerca post-dottorale, continua, permanente e ricorrente nel proprio campo di attività;
  7. l’istituzione di una Scuola di Storia del Risorgimento.

L’Istituto

Avvisi

Comunicazione agli utenti

avvisi
Per segnalazioni relative al nuovo sito dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano si prega di scrivere utilizzando il seguente indirizzo di posta elettronica: istituto@risorgimento.it