Memorie 6

Vincenzo Gioberti e l’on. abate Giovanni Napoleone Monti. Da lettere inedite

Vittorio Cian
Anno: 1936Pagine: pp. 131

*Esaurito

Vittorio Cian Vincenzo Gioberti e l’on. abate Giovanni Napoleone Monti. Da lettere inedite. Memorie VI. Istituto per la storia del Risorgimento italiano Roma, anno 1936 pp. 129

All’interno del volume: I. Premesse – Il ritrovamento di queste lettere del Gioberti – Il destinatario; II. Dal primo esilio fino all’aprile ’49; III. Dal secondo esilio di Parigi (aprile ’49) – Prime recriminazioni e polemiche epistolari; IV. Gioberti e Pinelli – Il dissidio; V. Il severo «ciapa lì» giobertiano – Il «rinnovamento» in incubazione (luglio-dicembre ’49); VI. Mentre «il Rinnovamento» maturava (1850-51); VII. Dopo il «Rinnovamento» vasto successo – Strascichi polemici e crucci dolorosi – La fine (1851-52). Appendici: Appendice I. Nota dei libri spediti dal Monti al Gioberti con lettera 25 marzo ’50; Appendice II. Lettera del Gioberti al presidente del Collegio elettorale di Ciriè (17 febbraio ’49); Appendice III. Due documenti ufficiali sul bilancio del servizio segreto e della Segreteria del Gioberti quale Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro di Stato per gli Affari Esteri, dal 13 dicembre ’48 a tutto il 12 gennaio ’49; Appendice IV. Fra i cimeli giobertiani; Appendice V. Ancora fra i cimeli giobertiani: 1. Diploma originale dell’Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna (20 giugno ’48), per la nomina del Gioberti a socio corrispondente; 2. Lettera dei Religiosi del Convento di S. Bonaventura al Bosco (22 giugno ‘48); 3. Al Gioberti eletto socio corrispondente della Società Economica di Chiavari (13-14 luglio ’48). Un sonetto di Gaetano Botti; 4. Documento di spionaggio militare (30 luglio ’48) e di denunzia patriottica; Indice dei nomi.